ITALIA 2018 – ANDAMENTO DEGLI ACQUISTI ONLINE

A volte ci si chiede se vale la pena investire nel mercato online, se il nostro prodotto può essere acquistato sul web oppure se gli acquirenti preferiscono il canale online come mezzo di acquisto.

La risposta è SI, e i dati del “Rapporto Italia 2018 dell’EURISPES” spiegano il perché. Ecco un picco estratto del rapporto.

immagine acquisti online ecommerce

Il fenomeno della “formula a rate” si sta sgonfiando. Il 25,8% (-9,3 rispetto al 2017) degli italiani nel corso dell’ultimo anno ha fatto ricorso a forme di pagamento rateizzate nel tempo per l’acquisto di beni o servizi (ad eccezione del mutuo per l’acquisto della casa) per se stessi o per le proprie famiglie.

Continua a leggere

POR MARCHE FESR 2014-2020 “Voucher per favorire i processi di innovazione aziendale e l’utilizzo di nuove tecnologie digitali-Bando 2015″

Scadenza: al raggiungimento del doppio del plafond previsto dalle singole linee di intervento

innovazioneLa Regione Marche con il presente intervento intende avviare nell’ambito della programmazione regionale dei fondi strutturali a sostegno della ricerca, dello sviluppo tecnologico e dell’innovazione previsti dal POR FESR Marche “Investimenti a favore della crescita e dell’occupazione” 2014-2020 .Tale intervento è stato approvato dalla Commissione europea con Decisione C(2015) 926 del 12/02/2015.

L’Asse 1 del POR MARCHE FESR 2014-2020, infatti, si propone di incentivare gli investimenti delle imprese in ricerca e innovazione sviluppando collegamenti e sinergie con organismi di ricerca, promuovendo lo sviluppo di prodotti/servizi innovativi e l’applicazione delle nuove tecnologie nei processi produttivi e l’eco-innovazione. In particolare l’Azione 1.3 intende promuovere la diffusione di una cultura della qualità nelle imprese tradizionali favorendo l’acquisto di servizi per l’innovazione tecnologica, strategica, organizzativa e commerciale delle imprese.

Continua a leggere

EUROPA: MAGGIORE TUTELA NEGLI ACQUISTI ONLINE

acquisti-online

Eliminare spese e costi nascosti in servizi su internet che si spacciano per “gratuiti”, divieto di imporre opzioni supplementari negli acquisti online, come nel caso dei biglietti aerei, che vengono selezionate in automatico e introduzione di un modulo di recesso europeo, possibile ora
fino a 14 giorni dal momento della spesa. Sono solo alcune delle misure introdotte nella nuova Direttiva europea sui diritti dei consumatori, presentata nel 2011 da Parlamento e Commissione Ue e che da venerdì 13 giugno è entrata a far parte ufficialmente del quadro normativo di tutti gli Stati membri. Continua a leggere